APPORTGARDA2019 UNO STAGE AL MASSIMO LIVELLO EUROPEO
Nelle precedenti edizioni APPORTGARDA e’ stato uno stage di altissimo livello con istruttori italiani e stranieri di livello internazionale che lo hanno portato ad essere l’appuntamento annuale irrinunciabile per i preparatori dei portieri. Quest’anno siamo andati veramente oltre.  Non era mai successo in precedenza di poter assistere all’interno dello stesso incontro agli interventi degli allenatori dei portieri che hanno vinto in stagione la Champions League e l’Europa League.


Quest’anno tra gli istruttori siamo riusciti a proporre John Achterberg preparatore dei portieri del Liverpool vincitore della edizione 2019 della Champions League e Massimo Nenci del Chelsea vincitore dell’Europa League. Queste due presenze sommate agli altri 10 relatori intervenuti hanno portato APPORTGARDA ad essere lo stage per allenatori dei portieri più importante a livello mondiale, tanto che le presenze di tecnici stranieri sono state veramente numerose.

Anche quest’anno il numero dei partecipanti è stato intorno alle 150 presenze con una sempre maggiore partecipazione di tecnici professionisti. Tutti gli istruttori ed alcuni partecipanti professionisti hanno messo a disposizione magliette e materiale tecnico del proprio club che è stato sorteggiato tra tutti i partecipanti.
Come di consueto da qualche anno a questa parte APPORTGARDA di sviluppa su 3 giorni da venerdì a domenica.


Il primo giorno, venerdì 7 giugno, dopo la presentazione del corso da parte del nostro presidente Claudio Rapacioli, ha visto salire in cattedra John Achterberg preparatore dei portieri del Liverpool che ha spiegato prima in aula con video molto interessanti e poi in campo con esercitazioni specifiche come prepara la gara successiva che i suoi portieri dovranno affrontare.
Prima della pausa vi è stata un’ interessante presentazione delle funzionalità della piattaforma Wyscout.


Nel pomeriggio i lavori sono proseguiti con Dario Pompa preparatore atletico professionista che ha trattato in modo approfondito e chiaro l’allenamento della forza per i gesti esplosivi, tematica sempre molto cara alla nostra categoria.
Verso le 16.30 si è tornati in campo con l’intervento di Michele De Bernardin allenatore dei portieri della primavera del Parma e responsabile dei portieri di tutto il settore giovanile parmense. L’intervento molto interessante ha avuto come tema la metodologia di allenamento nel settore giovanile attraverso esercitazioni che prevedono scelte che il portiere deve fare per evolvere il proprio livello di conoscenza del gioco.
A chiudere la prima giornata di lavori la relazione di Mr. Massimo Nenci preparatore dei portieri del Chelsea che ha trattato il tema reattività e rapidità nella gestualità tecnica di difesa della porta come è solito fare con i portieri della squadra Inglese.


Ad aprire la seconda giornata di sabato 8 giugno ci ha pensato Eric Steele ex preparatore dei portieri tra le altre del Manchester City e della Nazionale inglese, che con una coinvolgente lezione ha fatto un confronto e spiegato le varie differenze tra 3 portieri del calibro di De Gea, Schmeichel e Van der Sar. L’intervento supportato da video e dalla grande simpatia e personalità di Eric è stato veramente trascinante.
Successivamente sempre in aula Giuseppe Mammoliti preparatore dei portieri della 1^ squadra Juventus Femminile e campione d’Italia 2018-2019 ha illustrato le differenze tra il portiere del maschile e del femminile, così da chiarire dubbi e scacciare alcuni luoghi comuni.
Terminata la sessione in aula ci si è spostati sul campo dove Mr. Steele ha illustrato alcune esercitazioni di small side game da eseguire con i portieri. A seguire per chiudere la parte in campo della mattinata  Giuseppe Mammoliti coadiuvato da 3 ottimi portieri del femminile ha eseguito una sessione di allenamento che ha ripreso i temi toccati in aula.

Dopo il pranzo che come sempre è stato abbondante e di ottima qualità abbiamo avuto la presenza di un ospite d’eccezione Mr. Luciano Castellini vincitore del premio APPORT alla carriera 2019 con la seguente motivazione “Dopo una carriera di calciatore di altissimo livello è stato uno dei primi che ha creduto nell'importanza del lavoro specifico per i portieri, contribuendo alla crescita di numerosi portieri di settore giovanile e prima squadra sia nell'Inter che nelle nazionali giovanili”
Mr. Castellini accompagnato da Manuel Amoroso preparatore dei portieri del settore giovanile dell’Inter, prima di ritirare il premio si è concesso ad un bel dibattito con i presenti raccontando curiosi aneddoti ed elargendo preziosi consigli sulla gestione dei portieri.
Successivamente prima in aula e poi in campo Thomas Slieck preparatore dei portieri del Borussia Dortmund ha affrontato con la filosofia tedesca l’argomento della tattica del portiere nella fase di difesa della porta.
A chiudere la seconda giornata la consueta finestra che in ogni edizione di APPORTGARDA viene riservata ai portierini. Quest’anno il relatore è stato Riccardo Ventrella del settore giovanile dell’Inter che a capo di un manipolo di giovanissimi portieri ha proposto interessanti esercitazioni specifiche per la categoria.

La giornata finale si è aperta con la presentazione di Movendo Tecnology che ha trattato la biomeccanica del portiere e in collaborazione con Luca de Prà ha illustrato i risultati dell’esperienza fatta con i portieri del settore giovanile del Genoa ed ha selezionato alcuni partecipanti per sottoporli a test specifici.
Successivamente Gaetano Petrelli istruttore delle F.I.G.C. ha trattato con grande perizia e precisione e utilizzando parecchi video  l’argomento delle palle inattive viste dalla parte del portiere.
Verso metà mattinata ci si è spostati sul campo dove Ricardo Leite preparatore dei portieri del settore giovanile del Benfica ha trattato l’argomento delle palle alte con interessanti progressioni ed esercitazioni.
La mattinata si è chiusa con l’allenamento di Valerio Fiori preparatore dei portieri della 1^ squadra del Milan che con il suo collaboratore Gigi Ragno hanno proposto un allenamento con l’obiettivo della forza esplosiva con applicazione tecnica alla fase di anticipazione della parata.

Nel pomeriggio c’è stata da parte di Antonello Brambilla la presentazione del suo nuovo libro “Papere e Miracoli – allenare il portiere usando il cervello” dove il mister vincitore del premio APPORT per la serie A 2018-2019 illustra la sua innovativa metodologia di allenamento.
Il secondo intervento del pomeriggio è stato del mental coach Stefano Tavoletti ha trattato un argomento sempre più importante e molto interessante per migliorare alcuni risvolti della prestazione del portiere: l’allenamento mentale e  la visualizzazione.
L’ultima lezione in aula è stata di Ricardo Leite ha illustrato l’organizzazione dell’area portieri nel settore giovanile del Benfica.
L’ultima lezione sul campo è stata quella di Emiliano Dei preparatore dei portieri del settore giovanile del Milan che ha affrontato in modo molto esaustivo l’argomento delle uscite basse e delle situazioni di 1vs1

Alle 17 circa si è chiusa l’edizione 2019 di APPORTGARDA e prima del ritiro degli attestati tutti i partecipanti hanno compilato un questionario anonimo dove hanno risposte ad alcune domande sull’andamento del corso ed esprimendo il giudizio finale complessivo che è risultato molto positivo. La traduzione da inglese a italiano e viceversa è stata fatta da Erion Meta al quale vanno i ringraziamenti da parte del consiglio di Apport. Allo stesso tempo gli organizzatori vogliono ringraziare tutti coloro che con la loro opera hanno reso possibile questo magnifico evento.
Organizzatori e partecipanti si sono dati appuntamento per l’edizione 2020 che promette ancora grandi sorprese.

APPORT - Associazione Italiana Preparatori Portieri di Calcio
Via G.Frescobaldi n.5 - 06012 Citta' di Castello (Perugia)
fax: 0756309850 - email: info@apport.it

Top